sabato 18 dicembre 2010

cretinetti, figli dei cretini

I ragazzi fermati durante il sacco di Roma sono stati tutti scarcerati. Nessuno è stato prosciolto nella fase delle indagini, tutti dovranno andare a giudizio.
Maroni ha criticato la decisione del giudice perchè questa decisione fa passare il seguente messaggio: se c'è una ragione politica il reato è meno grave, è parzialmente giustifacato. Specialmente se quella ragione politica parte dagli stessi presupposti ideologici condivisi dal giudice (che è un uomo, e quindi un animale politico come tutti noi).
A quei ragazzi avevano fatto credere che il sacco di Roma avrebbe costretto B alla resa, nonostante Scilipoti. Se fossero stati più intelligenti non lo avrebbero creduto. Ma è facile manipolare i cretini. Li si pompa un po' e poi si fa credere loro quello che ci fa comodo, li si manda a prendere manganellate, ad incendiare auto, ad assalire banche.
 
Il problema del giudizio contestato da Maroni è il seguente: questi ragazzi fermati debbono attendere il giudizio a piede libero o soggetti a misure ?

Se non ho capito male i motivi per tenere qualcuno in carcre sono 3 (inquinamanto delle prove, fuga all'estero e reiterazione probabile del reato). Mentre i primi due si possono certamente escludere, sul terzo non sarei poi così sicuro.

La settimana prossima la riforma universitaria va all'approvazione del Senato, chi ci dice che quei ragazzi non ripartino alla carica dei blindati ?
Probabilmente, poichè il governo non rischia di cadere (diversamente dal 14), i manipolatori di cretini non li invieranno ad un nuovo tumulto. Avremo manifestazioni pacifiche. Ma cosa accadrà se uno dei ragazzi messo in libertà ammazza un poliziotto? O se rimane lui vittima?

26 commenti:

fioredicampo ha detto...

Anche B., Dell'Utri e tanti altri bei nomi che stanno comodamente seduti nelle loro poltrone pagate da noi, potrebbero reiterare i loro (presunti?) reati.
Perché loro fuori... e con quali incarichi (!!!), mentre i ragazzi dovrebbero aspettare in galera il giorno del giudizio?
Pregasi rispondere senza pronunciare la parola "cretini", se ti riesce.

Arci ha detto...

Questo lo devi chiedere ai magistrati, cara FIORE. Non mi risulta che nemmeno i PM abbiano chiesto misure cautelari per loro.

Quei ragazzi sono stati arrestati in flagranza di reato. Per quei politici a te cari c'è ancora da dimostrare che il reato per il quale sotto sotto processo è stato commesso.

buon WE sotto la neve

Gians ha detto...

A prescindere dal contesto, il tuo mi pare un processo alle intenzioni, questo metodo non è per fortuna previsto dal codice penale.

fioredicampo ha detto...

No, caro Arci, lo vorrei sapere da te. Sei tu che hai scritto un post lasciando intendere che è un errore aver rilasciato i ragazzi visto che potrebbero reiterare il reato.

fioredicampo ha detto...

PS e poi non è vero che per i politici a me cari il reato non è stato dimostrato. Se Mills è colpevole, anche se non condannabile per prescrizione, il corruttore lo è altrettanto.
E questo è stato ampiamente dimostrato.

Arci ha detto...

caro GIANS, presumere la possibilità di ripetere il reato è proprio un processo alle intenzioni. Soprattutto quando non c'è condanna da parte degli studenti (almeno quelli che giovedì erano da Santoro) e da tanta parte del mondo politico.

Maroni chiedeva ai giudici che si tenesse conto di questo. Non credo che abbia torto, ma siamo nel campo delle opinioni. La decisione tocca solo al giudice. Noi però possiamo discuterla. Almeno quelli di noi che non considerano quell'ordine giudiziario un sacro totem.

Arci ha detto...

Scusa cara FIORE, la situazione è diversa. Per i politici citati la questione non si è mai posta. I ragazzi invece erano stati arrestati sul fatto. Per loro si doveva decidere se lasciarli in carcere fino al processo o mandarli a piede libero.

Quando alla colpevolezza di B, ci vuole una condanna e non basta una dimostrazione. Il processo si è fatto a Mills, B non ha potuto difendersi. Quando lo farà la sentenza potrebbe essere ribaltata (in linea teorica, non è che io credo accadrà).

Ci vuole ancora un po' di pazienza. Intanto la sinistra dovrebbe darsi una politica, perchè anche con B in galera, vincerebbe di nuovo la destra.

AlterEgo ha detto...

io, per dire, non considero affatto infallibili i Giudici, figurarsi considerarli sacri o intoccabili. Anzi, sperimento quotidianamente il rischio, nient'affatto trascurabile, di errori di giudizio. Considero sacri, invece, i principi e le regole in cui si trovano espressi. Ancora per dire, una critica deve presupporre la conoscenza e il rispetto di tali principi e regole. Altrimenti diventa retorica da barbiere (con tutto il rispetto per Sasà).

fioredicampo ha detto...

Certo che per i politici la questione (della galera) non si pone!
La giustizia non è mica uguale per tutti ;-)
O c'è ancora qualcuno che crede alle parole scritte sulle porte dei Tribunali?

Sì, il mio week-end è proprio sotto la neve... e anche sopra.
Firenze 30, Reggello 60 cm.

Arci ha detto...

scusa ALTER, ma il problema della reiterazione del reato tu lo escludi?iputi

Arci ha detto...

concordo, cara FIORE, la giustizia deve essere completamente riformata.
Io auspico:
1- separazione delle carriere tra accusatori e giudicanti;
2- abolizione dell'obbligatorietà dell'azione penale:
3- PM scelti da un Capo della Procura che a sua volta venga eletto dal popolo;
4- esami periodici e non più carriera automatica dei magistrati;
5- ampia rotazione delle sedi giudiziarie (come si fa con i carabinieri);
6- responsabilità civile dei magistrati.

E qualche altro che adesso non mi viene.

PS: stai al caldo !!!

AlterEgo ha detto...

non la escludo per partito preso, certo che no. Ma quello che penso io ha scarsa importanza. Conta il giudizio che ha potuto esprimere quel GIP, sulla base degli elementi che aveva a disposizione. Mi pare di aver letto (ma non vorrei sbagliare), che per uno è stata disposta la misura degli arresti domiciliari, per altri l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, per altri gli indizi di colpevolezza non sono stati ritenuti gravi e dunque non è stata applicata alcuna misura cautelare. La questione della reiterazione del reato è uno degli aspetti che il Giudice deve prendere in considerazione, ma non esaurisce la valutazione, che non riguarda concetti come "deterrenza" o "ragion politica" o affini.

barbara ha detto...

Continui a dimenticare quanto sono scivolosi gli specchi, caro Arci. Prima o poi andrà a finire che ti spiaccicherai il naso per terra.

Arci ha detto...

caro ALTER, nella deterrenza non ho mai creduto. Quanto alla ragione politica avrei dei dubbi.
Specialmente quando vedo la figlia di un magistrato tirare un bengala a Bonanni e passarla assolutamente liscia.

cara BARBARA, ti sembra che mi stia arrampicando?

fioredicampo ha detto...

Arci, il "tuo" Gasparri propone l'arresto preventivo per i manifestanti... cosa ne diresti se qualcuno più importante di me proponesse per il suddetto il TSO? Preventivo... ovviamente ;-)

Qui ancora ghiaccio.

Arci ha detto...

cara FIORE, Gasparri è un fascista come Fini. Non è un eroe della sinistra perchè è ancora dalla parte di B.
Comunque ha detto questa cazzata per togliere il monopolio della durezza a Maroni.
Attenta al ghiaccio per strada ;))

Fioredicampo ha detto...

Fini non è certo il mio eroe!
Al contrario, lo ritengo assolutamente infido.

Arci ha detto...

su questo siamo d'accordo. Ma tutta la sinistra ha sperato in lui, fino al 14.
Lui che aveva definito Mussolini "il più grande statista del XX secolo".

Eppure la sinistra lo ha osannato.
Per questo fa bene il tuo sindaco a volerli rottamare.

nicbellavita ha detto...

In merito ho letto un ottimo articolo di Filippo Facci:

http://www.facebook.com/note.php?note_id=10150164074853009&id=534032102

AlterEgo ha detto...

la verità, Arci, è che stanno facendo a gara a chi la spara più grossa...
P.S.: ottimo articolo quello di Facci, concordo con Nicbellavita

Marcoz ha detto...

Arci, come Socrate, non fuggirebbe e berrebbe la cicuta.
È da apprezzare.

Arci ha detto...

grazie bellaNic, l'articolo di Facci è ottimo. Dovremmo affidarci ai giudici e non pretendere che assumano provvedimenti sull'allarme sociale. Dobbiamo chiedere che siano rispettosi della legge.

Ma tanti esempi, diretti o non, ci dicono il contrario. Vediamo giudici alle manifestazioni di piazza, altri che scrivono libri politici. Moltissimi farsi una notorietà in tribunale per poi spenderla alle elezioni: il Parlamento ne è pieno.

Questa fiducia garantista non ce l'ho più. Facci pensa che Craxi sia uno statista morto in esilio, io credo che fosse un delinquente morto in latitanza. E le sentenze stanno dalla mia parte.

Arci ha detto...

si ALTER, è proprio una gara. Gasparri non ha voluto lasciare a Maroni la difesa della "legge e ordine". Così marcando anche la distanza da Fini che non alza più il braccio con la mano tesa.

Arci ha detto...

ti ringrazio per l'apprezzamento, caro MARCOZ, ma non ho capito che cicuta starei bevendo.

Marcoz ha detto...

Tutti coloro che sono per il rispetto delle regole la bevono ogni volta che proprio grazie ad esse qualcuno la fa franca.
Ma è la pena da pagare per evitare di peggio.

Arci ha detto...

ok, caro MARCOZ, allora la bevo ... malvolentieri.