domenica 7 marzo 2010

una deroga

Napolitano non è più comunista, e per questo capisce certe cose. E le spiega molto bene:
Erano in gioco due interessi o "beni" entrambi meritevoli di tutela: il rispetto delle norme e delle procedure previste dalla legge e il diritto dei cittadini di scegliere col voto tra programmi e schieramenti alternativi. Non si può negare che si tratti di "beni" egualmente preziosi nel nostro Stato di diritto e democratico.

Si potrebbe anzi sostenere che il rispetto della norma sia un bene minore rispetto al fondamento della democrazia (che risiede nel riconoscere al popolo la sovranità e nel concepire il voto come espressione della stessa).
Tanto è vero che per ogni norma esistono deroghe ed interpretazioni, mentre se si impedisse al 60% dei lombardi di essere rappresentati ci si avvicinerebbe al dispotismo.

Specialmente se i tribunali, arbitri in materia elettorale, avessero dato più di una prova di parzialità.

Ciò non toglie che Milione & C. sianio degli incapaci e che il Pdl è un partito di plastica che non serve neppure a candidare se stesso, figurarsi ad amministrare una regione. Una schifezza come il Pd.

16 commenti:

Mk ha detto...

ed è per questo che ora come ora si deve scegluiere di schierarsi e costruire l'alternativa.
Buona domenica, Arci:)
Mk

Gians ha detto...

Lo sapevo che non avresti resistito più di tanto. Buona domenica. Dimenticavo, sono parzialmente d'accordo con te.

Arci ha detto...

buona domenica cara MK, costrruire un alternativa al duo Pdl-Pd è davvero una cosa titanica;)

Arci ha detto...

caro GIANS, parzialmente è già quialcosa.
Comunque tornerò in quarantena politica, questo post è solo una deroga. ;)

metropoleggendo ha detto...

Arci sono d'accordo anche io nella sostanza, ma resta il fatto che ad offrire l'alternativa al PD nelle urne deve essere il PDL rispettando le regole nella presentazione delle liste. Cosa sarebbe successo se il pasticcio lo avessero fatto a sinistra? il governo avrebbe fatto un decreto legge anche per loro per garantire a una parte degli italiani di poter essere rappresentati? ho i miei dubbi.

Gians ha detto...

Sei pronto per presentare una lista tutta nostra, abbiamo ancora il tempo per farlo. :)

Arci ha detto...

cara METRO mi auguro di si ... ma chi può dirlo?

Arci ha detto...

caro GIANS per noi due farebbero un decreto per tenerci fuori comunque ..

ettore ha detto...

Considerato che il TAR ha riammesso la lista Formigoni ( A Roma la Polverini era già stata riabilitata), mi domando:

Che senso ha avuto fare il decreto ?

Non è che siamo difronte ad un ennesimo virtuosismo di dilettantismo ?

----

Il PD è sempre più assente. Diciamocelo, se non ci fosse stato questo casotto burocratico che ha rianimato la campagna elettorale, ci sarebbe stato il silenzio assoluto !!!
Stiamo parlando di elezioni amministrative, dove le idee e i programmi dovrebbero essere più concreti e svincolati da ideologie e dictat dalle segreterie.
Invece ... silenzio. Vuoto. L'unica voce di opposizione che si sente è ogni tanto qualche eco ai soliti giustizialisti con il manganello in mano.

Che poi fare opposizione ad un governo come quello di questa legislatura (quello di :bondi,capezzone,etc) dovrebbe essere un gioco da ragazzi.

ettoregonzaga

Arci ha detto...

caro Ettore il decreto credo che l'abbiano fatto per la lista Pdl del Lazio.
Dilettanti allo sbaraglio a destra, accattoni da 4 soldi a sinistra.

Mk ha detto...

Mi piacciono le sfide improbabili:)))
n.b.:non impossibili:)))

enne ha detto...

Ovviamente ti sposo.
Stasera sentivo Di Pietro blaterare in tv.
Da Gians hai citato Basaglia.
Io avrei pensato ad un cecchino con una mira infallibile. :D

Arci ha detto...

cara MK, ti faccio i migliori auguri ... ma con molto scetticismo ;))

Arci ha detto...

cara N, per me è da manicomio (una pallottola sarebbe troppo). Ma poi, a pensarci bene, il Tonino punta solo ai voti del PD.
Se si limita a questo lasciamolo fare ;)

Gians ha detto...

Il Basaglia, lo stenderei volentieri pure io. :) a dopo.

Arci ha detto...

a dopo ;)