mercoledì 30 novembre 2011

un altro sintomo delle lotte intestine nella sinistra (giudiziaria) italiana

La corrente liberal di Ichino e Bianco contro la linea bersaniana di Fassina sulla politica economica.
L'oca diffama il Pd, smentita da Stumpo e presa in giro da Macaluso.
L'assessore Pd Boeri contro il sindaco vendoliano Pisapia a Milano.

La sinistra è in piena lotta contro se stessa, appena arrivati in maggioranza e mentre sentono avvicinarsi l'odore del potere.

Ma la più grossa è questa: la rossa Boccassini arresta il giudice Vincenzo Giglio, 51 anni, presidente della sezione «Misure di prevenzione» del Tribunale di Reggio Calabria, presidente anche di Corte d’Assise, esponente di spicco della corrente di sinistra di «Magistratura democratica», docente di diritto penale alla Scuola di specializzazione per le professioni legali dell’Università statale Mediterranea di Reggio Calabria.

E' come se, nel bel mezzo del Palamento,  D'Alema avesse dato un cazzotto sul naso di Veltroni.

11 commenti:

Ciamau ha detto...

E' quel che succede in tutti i partiti, il che non giustifica nulla sia chiaro.
Quanto all'arresto di Vincenzo Giglio, l'importante è che la procedura penale sia rispettata e semmai, questo episodio, dimostra che quel che vai dicendo non corrisponde a verità. :D

Arci ha detto...

caro MAU perchè dovrebbe essere vero per il partito politico (e giustificato perchè accade anche agli altri) e non vero per il partito giudiziario?

Il fatto che una toga rossa ne arresta un altra non significa che le toghe rosse non esistono. Esistono e si lottano come i politici, giornalisti, parlamentari.

Top Ganz ha detto...

"Ma la più grossa è questa: la rossa Boccassini arresta il giudice Vincenzo Giglio, 51 anni, (...), esponente di spicco della corrente di sinistra di «Magistratura democratica»".

Non sarà invece che girano molte palle, cioè mistificazioni e false semplificazioni sulla Boccassini, sul suo preteso anteporre l'affermazione delle sue visoni politiche sinistrorse al regolare corso della giustizia, o su "Magistratura democratica" e sul fatto essa sia una sorta di granitico comitato stalinista che pesa e agisce come un sol uomo nella società, sempre e solo in una direzione, che si tratti della causa per il gallo del vicino, dell'indagine sul giudice sospetto di mafia o del processo al capo del governo?

Sì, insomma, mi chiedo perché mai fatti come quelli da lei evocati dovrebbero innescare tripli salti mortali carpiati e ritornati del genere di questo suo commento, Sig. Arci, invece di indurre lei e chi come lei se ne alimenta a rivedere i suoi pregiudizi in materia di magistratura.

Perché, sa, se tutti facessimo così, le nostre idee e i nostri pregiudizi finirebbero per voler prevalere sulla realtà. Come le convinzioni di Don Ferrante sulla peste che, secondo lui, non esisteva affatto ed era frutto di chissà quale diceria interessata. Una mentalità oltremodo pericolosa, la sua, considerato che poi finì proprio per morirne, di peste.

Thorgen ha detto...

Beh, almeno Berlusconi e compagnia ragliante non potranno più dire che la Boccassini è di fede comunista e che "perseguiti" solo Silvietto.

Arci ha detto...

caro THO hai capito cosa voglio sostenete ?
Anche Stalin era comunista, anche dopo aver fatto ammazzare Trotzki e migliaia di altri comunisti.
Riflettici con calma ... concentrati bene

Top Ganz ha detto...

Incredibile. Lei, Sig. Arci, m'ha rasciato un commento reo soltanto di essere critico nei confronti del suo post. E' un errore o lei è proprio tanto stronzo? Salvo il suo pieno diritto di esserlo, voglio sperare di no e che lei lo ripristini quanto prima.

Arci ha detto...

non ho raschiato nulla sig. TOP(). Era andato negli spam, chi sa come. Contenuto ?

Top Ganz ha detto...

Contento, contento. Del resto, come avevo dato ad intendere nel commento di protesta, non potevo proprio credere che lei fosse uno stronzo raschiatore.

Mella ha detto...

Riepilogando: se i rossi non arrestano i rossi ciò dimostra che sono persone sporchissime. Se i rossi arrestano i rossi ciò dimostra che sono persone sporchissime. Non posso negare che sia una tesi di estremo interesse...

Thorgen ha detto...

Caro Arci, Lei sa benissimo quanto me che se la Boccassini non avesse fatto arrestare il solo Giglio, si sarebbe sicuramente detto che l'omissione era dovuta a solidarietà di corrente.

Thorgen ha detto...

Tra parentesi, per la cronaca il giudice che ha firmato l'arresto di Giglio NON è la Boccassini, che è titolare dell'inchiesta, ma il gip Giuseppe Gennari.