martedì 15 febbraio 2011

l'amico disponibile

Si farà il giudizio abbreviato, con la possibilità di una condanna in 1° grado e conseguente interdizione dai pubblici uffici (magari corretta in secondo con piena assoluzione, ma sarebbe troppo tardi) e decadenza di B da ogni incarico pubblico. Sarebbe, nella storia dei paesi liberi, il primo golpe giudiziario: un governo che ha la fiducia del Parlamento e che cade per sentenza. In un processo nel quale le parti lese (Ministero dell'Interno e Rubi) non lamentano alcun danno. Cosa ben diversa dal 93, quando si arrestavano i ladri e non si inventavano reati.

Se un uomo così ricco e potente non riesce ad impedire di essere abbattuto dalla magistratura, chi ci riuscirebbe?  la libertà del Paese da chi potrebbe essere in futuro tutelata? Potrebbe costituirsi un governo non gradito ai giudici ? Chi altri resisterebbe all'attacco giudiziario ? L'arresto della moglie di Mastella fece cadere Prodi in pochi giorni. Qualunque altro governo potrebbe vivere solo sotto la tutela dei magistrati. 
Il sistema politico italiano cesserebbe di essere una democrazia per diventare un tutorato dei burocrati della casta giudiziaria, come l'Iran tutelato dai sacerdoti. Come ha fatto notare Ostellino sul CorSera di sabato scorso c'è gente talmente ossessionata da B che sarebbe disposta a perdere la libertà pur di abbatterlo. Gente che non capisce ll'importanza della difesa dei diritti individuali, fino all'idiozia.

Dopo il 1921 non c'è stato mai in Italia un momento così grave per la tenuta della libertà e del diritto. Mai il fascismo è stato così vicino.

Quindi dobbiamo chiederci cosa fare. E che cosa farebbe B in caso di condanna e decadenza? Lascerà che le cose giungano a questo punto senza reagire violentemente ?

Gli amici servono nel momento del bisogno, compreso l'amico Putin.

25 commenti:

Anonimo ha detto...

Sei proprio disperato. Era ora!

Arci ha detto...

l'idiota, appena evocato, ecco che appare

frine ha detto...

tuttavia, è compito di governo e parlamento di fare norme a tutela e difesa dei cittadini e B. in materia mi pare abbia fatto pochino; è una delle sue colpe più gravi.

Gians ha detto...

Tuttavia caro amico mio, non ci sta fumo senza arrosto. Scusa il banale incipit, serviva solo per dire che nonostante l'efferata e puntuale azione giudiziaria, (roba che in genere non avviene) questa non si sarebbe potuta scagliare contro per esempio una persona noiosissima quale sono io, e se mi consenti pure tu. A noi per parlarci chiaro, nessun tribunale potrebbe imputarci alcunchè e il motivo lo conosci. Ma porca di una velina, è possibile che B. con tutti i suoi soldi al asua potenza non abbia capito che c'è una magistratura pronta a legnarlo per un divieto di sosta? e allora perchè cacchio continua a farla fuori dal vaso?

stealthisnick ha detto...

mi rimangio quello che avevo scritto

non è indifferenza
probabilmente arteriosclerosi

Anonimo ha detto...

Si, proprio disperato come tutti quelli che hanno paura di perdere il loro buon pastore!!! Tra un pò ci saranno tante pecorelle smarrite! Cosa diventerà l'Italia senza berlusconi, la russa, gelmini,vito, fitto, calderoli, bondi, alfano, ecc...tutta gente che da due anni fa di tutto per farci stare meglio, vero sig. Arci? E' da idioti stigmatizzare la loro assoluta inettitudine o difenderne la nullità? Lei insista perché ha il sacrosanto diritto di difendere il nulla che ci governa, anzi ha il dovere di farlo se veramente ci crede. Pari diritto, e dovere, hanno coloro che non sopportano le prese per i fondelli, loro e Sue.

Arci ha detto...

certamente, cara FRINE, questa riforma della giustizia -sempre annunciata- non l'ha mai fatta ... e ne paga il fio

Arci ha detto...

caro GIANS, dire che è imprudente è poco. Lui è un egocentrico straordinario e pensa di poter fare quello che vuole.
Ma non è di lui che mi preoccupo, ma di tutti noi. Se domani mia figlia superasse in un concorso la figlia di un magistrato, quello è capace di mandare in galera tutta la mia famiglia .... impunemente.
Così come in Iran i teocrati possono tutto. Questo mi preoccupa, la fine della libertà in Italia.

Arci ha detto...

caro STEALT, leggi bene l'articolo di Ostellino che ho linkato. Parla proprio di te.

Arci ha detto...

e anche dell'anonimo

Anonimo ha detto...

Io pensavo che scrivendo : "Gente che non capisce l'importanza della difesa dei diritti individuali, fino all'idiozia" alludessi
a coloro che si fanno calpestare e schiacciare il cranio pur di difendere il magnaccia, come fa Lei, non il contrario.

AlterEgo ha detto...

neanche il tempo di rientrare dalle ferie che mi scateni un putiferio!
P.S.: del post condivido solo l'accenno alla reazione del tutto imprevedibile di B., ma non sono certo che in molti saranno disposti a seguirlo. In fondo il nostro è un Paese che presto dimentica gli sconfitti

frine ha detto...

Ma non lo paga mica solo lui il fio; lo pagano tutti e molto peggio di B.; da me ho messo un link che chiarisce quello che voglio dire.

Arci ha detto...

caro ALTER, certo che dimentichiamo facilmente. Io mi preoccupo che lo si possa rimpiangere. Come a Napoli abbiamo finito per rimpiangere perfino Gava e Lauro.

Arci ha detto...

cara FRINE, sullo scandaloso mercato delle perizie che i giudici affidano ai Consulenti Tecnici d'Ufficio è meglio non insistere che ci mandano i carabinieri a casa anche a noi.

Potrei scriverci un libro più grosso della bibbia. I poveri ingenui non sanno che a fronte di 10 giudici onesti (quasi tutti morti) ci sono migliaia di accattoni e magnaccia.

Se conquistano ache il potere di veto su governi ed amministrazoni dobbiamo scappare coi barconi ed andarcene noi in Tuinisia.

Arci ha detto...

all'ANONIMO non dico altro perchè ho rinunciato a "perdere acqua e sapone" .....

Anonimo ha detto...

Si capisce che non potrebbe dire altro, è difficile farlo. I cretini idioti rimangono però sempre gli altri, vero?

Arci ha detto...

lo dice Ostellino

stealthisnick ha detto...

te lo spiego in un modo che anche un rincoglionito lo possa capire

in una democrazia parlamentare il parlamento è l'unica istituzione che rappresenta la "volontà popolare" ed ha la facoltà di concedere o revocare la fiducia ad un governo
se un governo cade perchè il presidente del consiglio viene interdetto dai pubblici uffici, la stessa maggioranza parlamentare ha la facoltà di formare un nuovo governo ed ottenere la fiducia dal parlamento

questo perchè i partiti, in una democrazia parlamentare, rappresentano dei valori, degli ideali o delle idee politiche che prescindono dai singoli individui

in italia ormai c'è un sistema feudale dove i partiti rappresentano le "idee" di un singolo leader (il partito di berlusconi, quello di casini, di fini, di vendola, di rutelli eccetera), per cui la caduta di una persona provoca l'implosione di tutto il sistema ed indovina un po' a chi dobbiamo questo sistema?

con chi trombi berlusconi non m'interessa affatto, ma bisogna essere completamente idioti o completamente innamorati di berlusconi per affermare che la telefonata in questura non sia un abuso di potere per favorire una sua conoscente e non bisogna essere dei geni per capire che un comportamento del genere in un paese come l'italia, dove l'etica pubblica è un optional, è il peggiore possibile per un membro della classe dirigente

visto che neghi l'abuso di potere e neghi di essere berlusconiano lascio a te trarre le conclusioni

Arci ha detto...

non nego l'abuso di potere. Conosco tutti i difetti di B, però considero due cose:
1- da 60 e più anni di repubblica ci sono stati, da parte dei politici, miliardi di abusi. Sotto forma di favoritismi, clientele, favori poco leciti. Ma solo per B si è arrivato a questo sviluppo giudiziario.
2- sia la sinistra politica in senso stretto che quella politica in toga nera (al posto della camicia del socialista Mussolini) sono convinti che per prendere il potere basti abbattere B. Si sbagliano ma agiscono secondo questo principio. Da ciò derivano l'accanimento giudiziario e l'ossessione.

Mi sembri più intelligente dell'anonimo (anche se meno educato) e dovresti arrivarci. Se no ti faccio un disegnino.

fioredicampo ha detto...

Non ti sfiora nemmeno l'idea che l'imputato sia indegno del ruolo che ricopre, vero?
Indegno se non per i reati che potrebbe aver commesso (!!!), quanto per il suo discutibile comportamento ed esempio.
E non darmi della moralista, perché non lo sono.

Arci ha detto...

cara FIORE, B è certamente indegno del ruolo di rappresentante del popolo italiano. Che non è composto da santi, ma i cui eccessi non si avvicinano nemmeno lontanamente ai suoi.
Non sono un suo fan, l'ho votato deluso dal centrosinistra. Ho dovuto costatare, senza alcun piacere, che gli altri sono peggio di lui.

Inoltre non mi sta bene che la magistratura invada il campo della politica e ponga le istituzioni democratiche sotto la sua tutela. Nemmeno mi sta bene l'atteggiamento masochista di chi, pur di cacciare B, rinuncia allegramente ai propri diritti civili (come fa notare Ostellino nell'articolo linkato).
a presto ;)

stealthisnick ha detto...

sono educato con chi si merita una risposta educata e visto che te sei il primo a dare dell'idiota a chi non la pensa come te, mi adeguo

articolo 317 del codice penale
"Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio che, abusando della sua qualità e dei suoi poteri costringe o induce taluno a dare o promettere indebitamente, a lui o ad un terzo, denaro od altra utilità, è punito con la reclusione da quattro a dodici anni."

neghi o non neghi che berlusconi, abusando della sua qualità e dei suoi poteri, abbia indotto la questura a concedere a ruby (il terzo di cui sopra) l'affidamento alla minetti (l'altra utilità di cui sopra)? sei ancora convinto che il reato sia inventato?

al punto uno affermi che berlusconi sia il primo politico indagato per concussione in 60 e più anni di storia politica repubblicana e l'affermazione si commenta da sola

non rappresentando nè la sinistra politica nè la sinistra giudiziaria non dovrei neanche rispondere al punto due, ma visto che mi diverto ti chiedo: è accanimento giudiziario indagare sul reato di concussione? di nuovo, se lo sono inventato?
e poi, chi è il responsabile dell'accentramento delle vicende politiche italiane su una sola persona, berlusconi o la sinistra? ti aiuto in quest'ultima domanda: il nulla non è in grado di accentrare un bel niente (ovviamente neanche di reagire all'accentramento)

Arci ha detto...

il disegnino è indispensabile:
1- non ho detto che B sia l'unico politico inquisito. E' l'unico inquisito per una telefonata di raccomandazione. Prima di lui i politici italiani ne avevano fatte miliardi senza alcuna accusa di concussione.
2- il problema non è indagare sul reato di concussione, ma indagare solo su un cittadino. Trascurando tutti gli altri. E mentre i criminali veri escono di galera perchè il giudice in 6 anni non ha ancora scritto la sentenza.

Infine un consiglio: non ti spingere in considerazioni sull'essere e il nulla se non riesci a capire nemmeno i concetti terra terra. Fai più bella figura se cominciassi a collegare il cervello prima di aprire la bocca.

stealthisnick ha detto...

peccato che tu non sappia disegnare

riguardo al punto uno:
prima dici che si sono inventati il reato, poi che non neghi l'abuso di potere (che come abbiamo visto secondo il codice penale sembra assomigliare molto a una concussione) e adesso che era semplicemente una raccomandazione

lo faccio io un disegnino, così anche chi non ha neanche la possibilità di collegarlo il cervello ci arriva

telefonata di raccomandazione: "salve, sono il presidente del consiglio; so che state trattenendo una persona di mia conoscenza e mi raccomando che la trattiate con discrezione e riguardo"

telefonata di concussione: "salve, sono il presidente del consiglio; so che state trattenendo una persona che mi risulta essere nipote di mubarak; affidatela al consigliere regionale minetti che sta arrivando a prelevarla"

riguardo al fatto che fra i politici indaghino solo su berlusconi, non ho dovuto neanche cercare, mi è bastato andare sul sito del corriere e troviamo queste due notizie:
Notizia 1
Notizia 2

riguardo al punto due, in pratica stai dicendo che il problema non è indagare sul reato di concussione, ma sul reato di concussione se il concussore è berlusconi

quella dei "criminali veri che escono di galera" è una bellissima frase standard del berlusconiano da bocciofila