venerdì 6 novembre 2009

ischia


8 commenti:

enne di niente ha detto...

Cosa posso scrivere se non "beato te"?

gians ha detto...

Si vede che l'aria di mane la inaliamo tutti i santi giorni, che meraviglia. Facevo i conti con un mio collega venuto dal freddo nord, e che oramai non intende lasciare la Sardegna; il risultato di tali conti è: sei mesi di piena estate, e sei di autunno. Allora è chiaro perchè, dalle nostre parti si vive spesso cent'anni. :)

Arci ha detto...

siamo anche molto ospitali, cara N ;))

Arci ha detto...

caro GIANS, l'hai detto in un giorno di pioggia quasi continua. Comunque se penso che al nord le giornate come questa sono un centinaio all'anno, ammetto che siamo fortunati. ;)

gians ha detto...

Non ti dico del mio periodo lavorativo a Vimercate, non fosse stato per i colleghi sarei ancora disperso nelle nebbie. Caro Arci, mi piace la tua strategia di alleggerimento, e che cavolo, mica si può sempre sostenere discorsi a botte di Mazzini. ;)

enne di niente ha detto...

Ci sono stata anni fa col mio ex marito, Arci. Lui era legato a Ischia perchè aveva fatto lì 18 mesi di servizio militare che gli avevano cambiato la vita in meglio. Così diceva.
:-)

Arci ha detto...

ti immagino, povero GIANS, nelle brume padane, con due soli fari come esempio: Virdis e Zola ;)))

Arci ha detto...

cara N, torna da sola e vedrai che la vita cambia in megolio anche per te ;))

viva il fango naturale ed abbasso il chirurgo ;))