venerdì 27 novembre 2009

ascoltare

almeno quello che dice il Presidente Napolitano, che i cretini li conosce bene. Anche quelli togati.

In Polonia, dove hanno subito duramente i danni del comunismo, i simboli che evidenziano lo status di cretino sono vietati per legge. E i cretini rischiano 2 anni di carcere. Da noi invece si devono tollerare e viene loro anche consentito di giudicare il governante democraticamente scelto dal popolo, e di ostacolarlo in ogni modo, e di insultarlo.


Vuoi vedere che non capiscono nemmeno cosa sta dicendo Napolitano?

13 commenti:

Ugolino Stramini ha detto...

vero. come sempre c'era chi ha cominciato e chi ha solo reagito, ma alla fine diventa trascurabile, o comunque non prioritario.
certo una riforma è improcrastinabile: le scrivanie, le penne, i cancellieri, le aule non dovrebbero mai mancare, ad esempio, come la carta igienica o i supplenti nella scuola

gians ha detto...

Napolitano percorre un filo davvero sottile, considerando il vento che tira da destra, ogni tanto, mi pare giusto che per mantenere l'equilibrio e non cadere, si aggrappi a ciò che ha a disposizione, in questo specifico momento ci sta qualche magistrato forse un pò troppo puntuale, ma che comunque sta facendo il suo lavoro.

Arci ha detto...

caro UGOLINO, quando si sente, come è successo oggi, che ci sono PM che promettono indulgenze a chi accusa B, mi pare che le cose siano chiare.
Le penne &C. non dovrebbero mancare visto che in Italia, per la giustizia, si spende più che nel resto d'Europa.
Il problema è che l'autogoverno, fatto per persone serie, è diventato autoreferenzialità in mano a certa gente.
Le cose devono cambiare nell'interesse di tutti non per i privilegi di B.

Arci ha detto...

caro GIANS, se facessero tutti il loro lavoro Napolitano non avrebbe rivolto quel monito. In effetti vogliono far politica, sia rimanendo nel ruolo intoccabile di magistrato, sia passando in un partito di sinistra (Violante, Di Pietro, De Magistris, Emiliano ecc.) o di destra (Bobbio, Frattini, Mantovano ...).

Cosa intollerabile. Il giudice deve essere super partes. Non puoi essere giudicato da un avversario politico.

gians ha detto...

Metti da parte la mia naturale antipatia preconcetta verso chi giudica. Metti da parte il fatto che comunque in uno stato di diritto, qualcuno è chiamato a fare questo sporco lavoro, scommetti un euro sul fatto che in gran parte sono persone che lo fanno sul serio?

enne di no ha detto...

Sottoscrivo pur non essendo una berlusconiana, Arci.
Che piaccia o meno, questo signore è stato eletto in maniera democratica. Ci pensino gli elettori, quando arriverà il tempo, a mandarlo a casa.
E non nominare Di Pietro, o mi si riacutizzano i problemi gastrici.

Arci ha detto...

voglio sperare anche io, caro GIANS, che la maggior parte dei magistrati facciano scrupolosamente il loro lavoro. Ma basta una piccola parte che, per desiderio di protagonismo e brama di potere, ci si metta e riesce a mandare tutto a puttane ... scusa, ad Escort ;))

Arci ha detto...

cara N, preciso che neanch'io sono berlusconiano e che l'ho votato solo per mancanza d'altro.
Napolitano ha detto cose ovvie, sulle quali chiunque non può non essere d'accordo, ma i cretini non capiscono nemmeno le ovvietà.
Stamattina i giornali dei cretini parlano di censura dello scontro, omettendo di sottolineare le cose essenziali:
1- che un governo non si può abbattere (può farlo solo la maggioranza del parlamento);
2- che i giudici devono pensare solo al loro lavoro e non alla politica.
Cose che non possono essere rivolte che ad una sola delle parti.
Il troppo furbo (che punta al voto dei cretini) che non vuoi si nomini è arrivato a criticare Napolitano, e non è la prima volta.

gians ha detto...

Il guaio caro Arci, non sono i magistrati che indagano su fatti concreti, quindi relativi a reati penali o amministrativi. Il guaio sta nel fatto che ad essere indagato, non sono ne io ne tu, ma il capo del governo. ;)

Arci ha detto...

se io e te voncessimo le elezioni, caro GIANS, tenendo fuori i cretini ... accuserebbero anche noi, con stuoli di pentiti.
adesso mettiti a fantasticare sulle ipotesi di reato, dai ;))))

gians ha detto...

Caro Arci, basterebbe che le toghe nere leggessero il mio blog, per formulare diverse querele per diffamazione. :))

gians ha detto...

Hei, che fai batti la fiacca? Stammi bene caro Arci. ;)

Marcoz ha detto...

Dare un segno, please. È sufficiente anche un vaffan, per dire.