sabato 20 novembre 2010

definizioni / 2

"il cretino è imperturbabile, la sua forza vincente sta nel fatto di non sapere di essere tale, di non vedersi né mai dubitare di se "

(Fruttero e Lucentini, PREVALENZA DEL CRETINO, 1985)

20 commenti:

barbara ha detto...

Ah, meno male, stavo cominciando a preoccuparmi: erano ben DICIASSETTE GIORNI che non usavi il termine cretini!

Arci ha detto...

davvero erano 17? scusami, non accadrà più !!

Cami ha detto...

IN onore (stavo scrivendo onere, forse era anche più azzeccato, eh) di qualche personaggio? O io sono sempre prevenuta e carica di odio? Ps ti vogliono da me...

Gians ha detto...

Bellissima citazione. Io ti propongo questa:

Certe qualità aiutano a sopportare i difetti del prossimo e un uomo di grande ingegno presterà di solito meno attenzione alla stupidità altrui di quanta ne presterebbe uno sciocco.


Marcel Proust

Buona domenica pomeriggio.

Arci ha detto...

cara CAMI non è riferito a nessuno in particolare.
Chi mi vuole? i tuoi amici dell'appartamento spagnolo?

Arci ha detto...

caro GIANS, io non è che ci presto tanta attenzione. E' che mi saltano subito all'occhio.

Comunque Proust è stato definito lo scrittore dal periodo lungo e dal pensiero corto. La sua osservazione potrebbe essere viziata da conflitto d'interessi ;))

Gians ha detto...

Si ma anche quello del tempo perduto. :))

Arci ha detto...

proprio lui, caro GIANS

nicbellavita ha detto...

Arci, non mi toccare Proust, e non ricominciare con Stendhal.
I cretini non sanno di esserlo, ma vivono bene.
Vuoi mettere?
baci.

Arci ha detto...

cara bellaNic, da noi si dice che la persona felice "magna, beve e non capisce niente" ... quanto è vero !!

pazienza ha detto...

Non c'è nulla di più piacevole per un non cretino dell'essere considerato tale da chi realmente lo è.

Arci ha detto...

il cretino, se non fosse cretino, si chiederebbe come mai è finito diritto diritto nella definizione

pazienza ha detto...

Per poter dispensare patenti di cretinismo, cosa che Lei fa con notevole facilità, bisogna essere sicuri (e non per propria diagnosi)di non far parte della famiglia. Penso infatti che il vero cretino, quello originale, sia colui che si crede più intelligente di coloro che sono cretini almeno quanto lui.

Fioredicampo ha detto...

Invece io conosco una persona che non è cretina, tuttavia ha creduto che berlusconi gli risolvesse il problema della spazzatura e per questo l'ha votato, salvo poi offendersi se l'ho chiamato "berlusconiano".
Adesso come va con la spazzatura? A che piano arriva?

Arci ha detto...

pazienza se Pazienza persevera

Arci ha detto...

cara FIORE, nel mio comune va bene perchè - grazie a B e a Bertiolaso - i miei amministratori ci fanno fare la raccolta differenziata.
Purtroppo non è la stessa cosa a Napoli, dove quella vecchia gallina stridula della Iervolino ha sprecato 2 anni, continua a sversare in discarica allo 0% di differenziata e ha colmato quelle della provincia di Napoli.

Le provincie di Avellino, Benevento e Salerno non hanno problemi.
Nel 2011 Napoli si libererà della Iervolino e faremo qualche altro passo avanti.

Continuo a ringraziare B perchè non dice: arrangiatevi.

a presto

Anonimo ha detto...

Pazienza persevera se la S.V. ritiene di salvarsi con una battuta.

Anonimo ha detto...

Sig. Arci, apprezzo tuttavia sinceramente il suo lavoro "senza rete". C'è del buono.

fioredicampo ha detto...

Ti contraddici: quando c'era Prodi hai ritenuto che fosse colpa del Governo e quindi hai votato berlusconi (lo scrivo minuscolo di proposito) perché - parole tue - hai scelto chi ti aveva promesso di risolvere il problema.
Adesso che b. è al governo ed il problema è tornato, più grave di prima, sostieni che è colpa del sindaco.
Peccato che, tra l'altro, il problema della spazzatura sia un tantino più esteso...

Arci ha detto...

cara FIORE, la colpa era e rimane delle amministrazioni meridionali (anche Bassolino, non solo la Iervolino) e della politica meridionale (vajasse e soubrette incluse). Prodi aveva incaricato Bertolaso di intervenire e fare quello che poi ha fatto con B, solo che Pecoraro glielo impedì.
Per questo fui grato a B. Il problema 2 anni fa fu affrontato bene. Ma in questi due anni le maggiori amministrazioni locali non hanno fatto la raccolta differenziata né hanno realizzato gli inceneritori. La regione fino a qualche mese fa era ancora in mano a Bassolino, e il Comune di Napoli è ancora con la Iervolino. La quale, con 4 assessori arreswtati e uno suicida ancora resiste al potere rovinando la città.

Se una colpa posso attribuira a B è quella di non aver commissariato Napoli. Ma va pure detto che pare che Napolitano non consenta.

Se siamo di nuovo nei guai non possiamo imputarlo a B. Potremmo farlo se avesse poteri dittatoriali.