mercoledì 30 giugno 2010

la sentenza

La conferma della condanna che il Tribunale aveva inflitto al senatore Dell'Utri, anche se con pena ridotta, è politicamente rilevante e grave.
La Cassazione tra un anno dirà la parola fine. Ma già adesso il problema politico è grande e pesante.


Poi c'è un altro aspetto della sentenza della Corte di Appello che risulta invece favorevole per la maggioranza: Spatuzza e Ciancimino accusano Dell'Utri e B di aver ordinato alla mafia le stragi del 92 per conquistare il potere politico (ben prima di fare un partito) e la Corte non ha creduto loro ma ha affermato che per i fatti successivi al 92 Dell'Utri è innocente.
Spatuzza e Ciancimino credono solo i cretini e gli affiliati della famiglia mafiosa contraria a quella che, eventualmente, aveva contatti col senatore siciliano. Qualunque ruolo questi affiliati rivestano.

10 commenti:

Gians ha detto...

Una cosa devi ammetterla, Dell'Utri non aveva delle buone frequentazioni, che ne pensi del suo eroe Mangano?

Arci ha detto...

Dell'Utri l'ha spiegato il fatto dell'eroe, quando ha detto: "è un eroe per me". Nel senso di come si è comportato con lui. Avrebbe potuto accusarlo, ed accusare B, e sarebbe diventato un eroe come Buscetta, invece non ha detto quello che volevano fargli dire.
Un giornalista gli ha chiesto se Mangano è un eroe come Falcone e Borsellino, è Dell'Utri ha detto che non c'è paragone e che questi sono "eroi per tutti".

Mi è sembrato corretto. Anche se la sua posizione, se non sarà ribaltata in Cassazione, è gravissima. Questo è evidente.
Non ho alcuna dificoltè a dirlo.

AlterEgo ha detto...

la sentenza non ha detto nulla di tutto questo. Non ancora, perché ancora non è stata depositata la motivazione. Resta il dato di fatto, gravissimo, di una condanna a 7 anni di reclusione.

Gians ha detto...

Arci, avrai notato che Dell'Utri ha sottolineato il silenzio di Mangano su ogni questione posta dai magistrati, ripeto silenzio. Questo è un tipico esempio di eroismo tra uomini di mafia, poi è chiaro questa è solo la mia sensazione.

Arci ha detto...

caro ALTEREGO, condivido il tuo giudizio sulla gravità della condanna. E ribadisco essere necessario che la maggioranza, e B in particolare, tragga le conseguenze politica.

Arci ha detto...

dici bene GIANS caro. Ma scegli tu: è meglio un mafioso che tace coerentemente alla sua cultura o un mafioso che ripete, come un pappagallo, quello che certa politica e certa magistratura politicizzata gli suggeriscono ?

Gians ha detto...

Tagliamo la testa al toro, meglio non avere politici collusi con la mafia. ;)

Arci ha detto...

questo è il fatto, caro GIANS, è necessario trovare il rimedio. Dobbiamo avere politici onesti, ma senza dare alle Procure il diritto di scegliere chi possa fare politica e chi no. Quella si chiama dittatura.

nicbellavita ha detto...

Lungi da me il pensiero di difendere B in maniera acritica (non mi è nemmeno mai stato simpatico), ma bisogna distinguere la realtà dalle fandonie. Alle quali, purtroppo, molti si attaccano come gli orsi al miele.
Fin qui ok. Il resto son minchiate.

Arci ha detto...

cara bellaNic, anch'io in diverse occasioni ho chiarito di non nutrire alcun entusiasmo per B. L'ho votato quale "meno peggio".
E' evidente che anche la sua parte sia piena di malfattori e approfittatori. Non viviamo in un Paese dalla buona politica, purtroppo.