venerdì 16 aprile 2010

ieri sera ho sentito Gino Strada

nella trasmissione di Santoro il medico di Emergency ha avuto ampio spazio per spiegare la sua posizione e il ruolo della sua organizzazione umanitaria. Non c'è dubbio che andare in scenari di guerra per fare il chirurgo invece che nelle nostre lucrosissime Asl è un titolo di merito. Curare qualsiasi persona ferita - prescindendo da chi sia e da cosa faccia - è cosa giusta e denota rispetto per un principio fondamentale: l'intangibilità della persona.

Tutto bene dunque? Con questi meriti si può dire e fare qualsiasi cosa?
Direi di no.
Gino Strada sbaglia su due aspetti:
1 - quando stabilisce un'indificazione tra i soldati della coalizione e i terroristi; da ciò fa derivare che i medici arrestati sono in realtà dei "sequestrati";
2 - quando sostiene che nessuna guerra è giusta e che, conseguentemente, non bisogna reagire alle aggressioni (quindi nemmeno gli USA nel 1940 dovevano venire a combattere Hitler).

Il primo errore denota una mentalità caratterizzata da:
a- scarsa comprensione degli scenari internazionali ed ideologismo esasperato;
b- eccesso di antiamericanismo;
c - odio ideologico verso le democrazie occidentali e sostanziale vicinanza (se non adesione ideale) ai regimi teocratici e dittatoriali.

Il secondo errore denota ingenuità utopica. O, peggio, grande presunzione di riuscire a fare quello in cui tutto il resto del genere umano fallisce da millenni: la pace totale. In realtà la nostra specie è in guerra da quando si è formata sul pianeta e - piaccia o meno - non sarà Gino Strada a cambiarla. Può essere animato dalle migliori intenzioni, ma appare irrealistico sperare che il volontarismo di alcunu sia in grado di cambiare la natura umana (di tutti).

Cosa ho tratto da questa trasmissione ? che Emergency vada a rendere i suoi utili servigi umanitari altrove, senza ostacolare l'offensiva alleata che in primavera-estate dovrà chiudere il conto con i talebani.
Credo che come me la pensino i milioni di italiani che sabato non andranno a sostenere Emergency.

21 commenti:

Gians ha detto...

Questo post merita una lettura attenta, cosa che in questo momento non sono in grado di fare, ci si aggiorna più tardi.

Arci ha detto...

prenditela comoda caro, sono sintetico ma c'è molta roba

enne ha detto...

Sai, pur apprezzando Strada per la sua abnegazione e le sue doti umane, l'ho sempre trovato supponente e discretamente antipatico.
Ma questo adesso non c'entra.
Checchè ne dica lui, il suo antiamericanismo è fin troppo palese.
Ci sono altre organizzazioni similari(Medici senza Frontiere, per esempio), che operano senza inutili ideologismi.
ps.
Da giovedì scorso ho smesso di seguire Santoro: Travaglio mi fa alzare pericolosamente la pressione arteriosa, e considera che normalmente la mia è bassa. :)
Buona giornata, Arci.

Arci ha detto...

registratelo allora, cara N, così in quelle giornate afose - quando la bassa pressione ti toglie la voglia di ogni attività - basta che ti guardi un po' di Travaglio e la pressione risale. Ti alzi dal divano col turbinio dello girar di palle (per fortuna solo metaforiche).

grazie,buona giornata anche a te ;)

Gians ha detto...

Naturalmente prima di tutto, nel dibattito tra Strada e La Russa, si deve fare una distinzione; uno è un politico che giustamente fa il suo mestiere, l'altro un medico che anche lui cerca di farlo, in situazioni estreme. Quindi non mi soffermerei su chi dei due abbia spuntato un consenso più o meno alto, ma su chi tra i due, faccia il suo mestiere non solo per se stesso, ma anche e sopratutto per gli altri. Quì caro mio non ci sono dubbi, Strada stravince, dietro le osservazioni di La Russa, anche condivisibili, si nasconde tutto il mestiere del politico, cosa che il medico di certo non può vantare. Fatta questa osservazione, faccio mia la frase di Strada quando dice che il terrorismo altro non è che violenza, da qualsiasi parte essa provenga.

Arci ha detto...

caro GIANS,allora Hitler e Sandro Pertini (o quialsiasi altro partigiano armato e resistente) sono equiparabili.
Mi sa che qualcosa non quadra.
Pensaci meglio.

Gians ha detto...

Assolutamente no. Sono invece allo stesso livello le truppe messe in campo, figlie di ideologie uguali e contrarie a volte traviate e irresponsabili. A questo proposito mi tornano in mente queste parole, poi sai che io adoro Dè Andrè, e dicevano: ".. e mentre marciavi con l'anima in spalle
vedesti un uomo in fondo alla valle
che aveva il tuo stesso identico umore
ma la divisa di un altro colore.." Fatto il prologo e premettendo che starò sempre dalla parte della libertà, non vedo come una organizzazione sanitaria possa essere presa di mira, insomma se guerra è guerra sia, ma sparare sulla croce rossa, non sono sicuro, ma manco Hitler lo ha fatto.

Arci ha detto...

caro GIANS, mi dispiace fartelo osservare, ma ricasachi nello stesso errore quando dici "ideologie uguali e contrarie".

L'ideologia del mondo occidentale, ovvero quella liberal-democratica, è contraria a quella dei talebani.

Contraria e per niente uguale.

Vieta il matrimonio tra un uomo di 50 anni e una ragazza di 12; gli impedisce la violenza sulla bambina, non uccide per lapidazione gli adulteri, non taglia le mani ai ladri, non impicca gli omomossuali.

Quindi gli armati dei due schieramenti non sono equiparabili. Hanno in comune solo l'uso della violenza. Per gli uni giusta, per i talebani ingiusta.

Ma Strada, per quello che dice, sembra stare dalla parte dei talebani. E' di questo che è sospettato da afgani ed inglesi. Per questo mi pare opportuno che sia stato mandato via. Sulla responsabilità dei tre arrestati bisogna attendere il corso della giustizia afgana.

Gians ha detto...

Siamo su posizioni diverse, ma in ogni modo pare che i tre, siano stati rilasciati con piena formula. ;)

Arci ha detto...

questa è una buona notizia. Evidentemente gli afgani e gli inglesi li ritengono dei rompiballe ma non dei terroristi.
Buon per noi.

Gians ha detto...

Arci, i terroristi a quanto pare non gli esportiamo, possono rendersi utili in patria. ;)

Arci ha detto...

Rendersi utile può essere una buona idea ;)

Gians ha detto...

Ot, sto pensando di prenotare su Bruxelles, risparmio un pacco di soldi, poi prendo un treno.

Arci ha detto...

in linea d'aria sono 173 km, li fai in meno di due ore ;)

sandra ha detto...

scusate se mi intrometto su questo blog, ma questa discussione mi piace. Volevo solo esprimere, a liberazione avvenuta dei medici di emergency, il mio pensiero. Secondo me Gino Strada non sta con i talebani, ma cura i feriti talebani. D'altra parte è un medico, e ha il dovere di farlo, qua non esiste l'obiezione di coscienza....

Arci ha detto...

Non hai nulla di cui scusarti Sandra, sei la benvenuta.
La tua opinione la condivido solo in parte. Strada è apprezzabile per il suo impegno umanitario, ma le posizioni politiche che gli ho sentito esprimere ad AnnoZero lo collocano negli anni 70.

Quindi è preferibile, dal mio punto di vista, che in quella regione afgana non ci siano italiani che contraddicono, con parole ed opere, l'attività delle nostre stesse truppe. Può far del bene altrove.
a presto

Mella ha detto...

Vorrei porre qualche domandina semplice semplice.
- Quando Gino Strada se ne sta in televisione a invocare una coalizione mondiale per fare la guerra santa agli Stati Uniti, a curare le vittime della guerra chi ci sta? E cosa ne è del "no alla guerra senza se e senza ma"?
- Quando Gino Strada partecipa a quelle belle manifestazioni in cui si incendia e si devasta, a curare le vittime della guerra chi ci sta?
- Quando Gino Strada - cito parole sue - salta sul primo aereo per venire a vedere le partite della sua squadra del cuore, con quali soldi lo fa? E quando - cito sempre parole sue - dall'Afghanistan passa ore e ore a chiacchierare sul satellitare con la sua amica del cuore, chi li paga i conti astronomici di quelle telefonate?
- Dalla sua militanza nelle file dei famigerati katanghesi che per anni hanno devastato Milano, ha mai preso le distanze?
- Se Gino strada fa il medico e non il politico, perché quando apre bocca parla sempre e solo di politica? E perché la sua è una politica fatta unicamente di odio? E perché il suo odio è diretto unicamente contro le democrazie che si difendono dal terrorismo e mai mai mai contro il terrorismo che fa strage di innocenti, che prende di mira unicamente gli innocenti, che ha come unico obiettivo l'annientamento degli innocenti?
Sono domande facili, non dovrebbe essere un problema rispondere.
Grazie a chi vorrà aiutarmi a capire.

Mella ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Gians ha detto...

Mi latiti. :)

Arci ha detto...

che fosse stato Katanghista non lo sapevo, spiega tutto.
Ovviamente alle tue domande non posso rispondere io, cara Barbara, ma altri che lo apprezzano più di me. O le domade contengono già le risposte ?

Arci ha detto...

caro GIANS, ho un sacco da fare ultimamente ;)
ponso ad un bel post ... promesso ;)